EAUX / Peppe Tornetta

Eaux Peppe Tornetta – 2015 L’acqua è il simbolo della vita, della rinascita e della purificazione. In un mondo che corre ed è poco attento ai particolari, con questo lavoro si vogliono mostrare le singole parti del corpo che permettono di comunicare l’essenza dello spirito. L’acqua rappresenta un primigenio ritorno alle origini.

eaux-tornetta-1
eaux-tornetta-2
eaux-tornetta-3
eaux-tornetta-4
eaux-tornetta-5
eaux-tornetta-6
eaux-tornetta-7
eaux-tornetta-8
eaux-tornetta-9
eaux-tornetta-10
eaux-tornetta-11
eaux-tornetta-12
eaux-tornetta-13
eaux-tornetta-14
eaux-tornetta-15
eaux-tornetta-16
eaux-tornetta-17
eaux-tornetta-18
eaux-tornetta-19
eaux-tornetta-20

Bio

Peppe Tornetta, anno 1974.
Il suo interesse verso la fotografia comincia verso la fine degli anni 80, presto comincia ad approfondire le sue sperimentazioni con la fotografia a pellicola, concentrandosi più sulla sensorialità invece che sulla tecnica.

La forte passione per il cinema e l’animazione lo ha portato ad applicare le proprie conoscenze in ambito fotografico.
Dal 2006 inizia il suo lavoro di ricerca sulla città di Palermo e sulla gente che la vive. Pur trattandosi di un lavoro in continua evoluzione, già dal 2007 partecipa a collettive e personali, come quella del 2009 presso Palazzo Fatta e ancora nel 2011, dove racconta con dodici fotografie le giornate passate insieme ai senza casa del quartiere ZEN di Palermo.

Dal 2012 riprende il suo percorso formativo affinando il suo linguaggio fotografico e seguendo il percorso propedeutico alla professione.
Nel corso del 2016 partecipa a collettive fotografiche, cui “Check Point” organizzata in occasione del Festival delle Letterature Migranti di Palermo con una selezione dal lavoro “Afachia”, ancora “Iconic2016″ mostra dedicata alla popstar Madonna, infine il lavoro “Eaux” esposto nella collettiva al 21° Voies Off del Festival Internazionale di Fotografia di Arles.

Al suo attivo produzioni video fra i quali: il corto/documentario “Stupor Mundi – L’origine” per l’artista Filippo di Sambuy; il cortometraggio “Ho Preso un Cane”; il videoclip musicale “Thinking Bach” per il violoncellista Adriano Fazio; “Pensieri Così” due videoclip tributo a Vincenzo Cerami con la direzione artistica di Antonio Di Vaio.

Cofondatore di Église, associazione volta alla diffusione della cultura fotografica e dell’arte contemporanea, a Palermo.