Family Bonds| Legàmi menzione speciale a Maria Bauer con il progetto “La Tristesse durera toujours” | Romina Zanon

La giuria del contest FAMILY BONDS I LEGÀMI di PLS Magazine ha assegnato una menzione speciale al progetto “La Tristesse durera toujours” di Maria Bauer, incentrato sul rapporto tra terra e memoria familiare. La Bauer ha raccolto in immagini fotografiche le ultime tracce degli agrumeti di famiglia, prima dell’irreversibile distruzione causata da un grave virus.

Romina Zanon 

MariaBauer_01
MariaBauer_02
MariaBauer_04
MariaBauer_05
MariaBauer_06
MariaBauer_08
MariaBauer_09
MariaBauer_11
MariaBauer_13
MariaBauer_17
MariaBauer_21
MariaBauer_22
MariaBauer_23
MariaBauer_25
MariaBauer_27
MariaBauer_28
MariaBauer_29
MariaBauer_30

 

“La Tristesse durera toujours”

(La tristezza durerà per sempre, V. van Gogh)

Dalla metà del ‘900 il Citrus Tristeza Virus ha distrutto migliaia di agrumeti, è una patologia irreversibile e non esistono cure. Da qualche anno anche in Sicilia si è passato da piccoli focolai ad epidemia.Oltre le campagne, gli alberi e i frutti, questa malattia sta cancellando i ricordi di questi luoghi, li sta restituendo al tempo, ricordandoci che tutto è transitorio.
Da bambini si considera tutto eterno, la campagna dei miei era eterna, lo erano pure le arance, “le ha piantate il nonno e guarda ancora come fruttano!”. Adesso l’agrumeto si è ammalato di tristezza. Guardando la mia famiglia parlo degli agrumeti, e guardando le arance parlo dei miei genitori. Quello che ho realizzato è un diario dell’urgenza, dove ho raccolto le ultime tracce, le trame sottili della memoria della mia famiglia inestricabilmente intrecciate agli alberi e ai frutti della nostra campagna, afnché questo legame possa durare anche quando la Tristeza avrà divorato tutto. E’ una rifessione, una ripresa di coscienza del paesaggio che ci circonda. Dipende da noi e fa parte di noi e della nostra storia, anche se non possiamo sempre contrastare gli eventi abbiamo la responsabilità di ricordare e far perdurare. La terra è memoria.
(Il progetto è inedito e ancora in corso).

Bio

Maria Bauer (Catania, 1992) scopre la fotografa durante il liceo, è un mezzo per scoprire la città nella quale vive della quale ama gli angoli più nascosti. Nel 2015 si trasferisce a Roma dove amplia le sue conoscenze della camera oscura. Nello stesso anno insieme a Giuseppe Scafdi scopre il mondo dell’autoproduzione, realizzano le fanzine di tre loro lavori. Nel 2017 partecipano al Festival Indipendente di Fanzine di Roma, Funzilla, e sono tra i selezionati dalla giuria di CDPzine, il contest delle autoproduzioni inedite di editoria fotografca di Castelnuovo Fotografa. Momentaneamente è tornata a vivere in Sicilia, per continuare alcuni lavori tra cui “La Tristesse durera toujours”(titolo provvisorio).