Il Ritratto: Numi tutelari/ Guido Gaudioso

Si parla spesso di fotografia di ritratto – qualora si voglia (e nella misura in cui ciò sia ammissibile) accogliere pacificamente l’accademica distinzione tra “generi”, all’interno di una comune disciplina artistica (in questo caso, la fotografia).

Se ne parla spesso, dicevo. A volte troppo.

E ciò è paradossale, come sempre avviene quando si vuole utilizzare un linguaggio di un certo tipo per descrivere i risultati e le espressioni derivanti da un sistema comunicativo di ben altra natura.

Per questo oggi voglio evitare – o meglio, avrei voluto se non fossi caduto vittima della mia abituale prolissità – di spendere troppe parole sull’argomento del ritratto fotografico.

Preferisco proporre una banalissima (nel metodo, ma non nelle opere degli autori che vi sottopongo) carrellata ovvero classifica (meglio dire: elencazione) di alcuni tra i più grandi ritrattisti mai esistiti in fotografia.

Nessuna pretesa esaustiva o del tipo “dopo questi, nessuno più…”. La seguente galleria è da prendere e considerare con tutti i suoi limiti e i soggettivismi del caso.

Mi auguro semplicemente che vi facciano scoprire (o riscoprire) alcuni degli autori che chiunque si cimenti nel fotoritratto (o voglia cominciare a farlo) deve senz’altro conoscere e studiare (insieme a tanti altri che, per supplica della redazione, ho lasciato ingiustamente fuori dal novero).

Come si suol dire: BUONA VISIONE !

Guido Gaudioso

[supsystic-gallery id=’16’]